Tratti sicuri per gli archi dei piedi di balletto

I ballerini apprezzano l’importanza di mantenere i piedi forti e supplicati e tipicamente valgono archi alti e flessibili. I ballerini sottopongono i loro archi a una grande pressione, devono essere sufficientemente flessibili per assorbire lo shock di salti infiniti e lavorare in pointe. Mentre è opportuno includere tratti di arco nel tuo programma di condizionamento generale della danza, assicuratevi di scegliere esercizi sensibili che aiutino a prevenire – anziché invitare – lesioni.

Stretch manualmente

Un modo per allungare gli archi dei piedi è prendere un approccio manuale. Cominciate a sedervi comodamente in una sedia forte e riposatevi un piede attraverso la coscia opposta. Prendendo il piede di lavoro in entrambe le mani, applicare una pressione delicata sulla parte superiore delle dita per allungare l’arco osso del piede. Rilasciare la presa e cercare di mantenere la posizione del piede. La tecnica di stretching manuale consente di misurare e controllare completamente la quantità di pressione che si applica all’arco, che è una considerazione di sicurezza fondamentale.

Lavoro attraverso il piede

Puoi anche allungare i tuoi archi in modo sicuro utilizzando esercizi di balletto familiari alla barra di balletto. Imparate a lavorare consapevolmente attraverso i piedi, tenendo il punto quando l’arco è al suo apice. Iniziare affrontando la barra con i talloni insieme e i piedi in una posizione di primo turno. Afferrare leggermente la barra con entrambe le mani, impegnare i muscoli core e alzarsi dal centro per consentire una maggiore libertà di movimento nella gamba di lavoro. Lavorando prima il piede destro, lentamente tendi – o scivola – il piede verso il lato, mantenendo l’intero fondo del piede sul pavimento il più a lungo possibile. Continuare a far scivolare il piede, premendo la palla del piede nel pavimento quando il tallone si alza. Far scivolare ulteriormente il piede, mantenendo il piede grande sul pavimento mentre la palla del piede si alza. Prendete un totale di 32 conteggi per arrivare a un piede completamente allungato. Quando il tuo arco è sollevato il più possibile, tenere il tratto per 4 conteggi. È quindi possibile invertire la direzione del piede, lentamente tornando indietro attraverso il metatarso quando si passa il piede di nuovo alla prima posizione. Ripetere 8 volte a destra prima di passare a sinistra.

Utilizzare una banda elastica

Le bande elastiche sono poco costose, convenienti per il trasporto e facili da usare in modo sicuro. Prima di iniziare, effettuare un controllo di sicurezza per assicurare che la banda non ha buchi o lacrime. Sedetevi sul pavimento con le gambe estese davanti a te e la tua spina dorsale sollevata. Lavorando un piede alla volta, avvolgete la fascia attorno al fondo del piede e afferrate le estremità della banda in entrambe le mani. Partendo da una posizione flessibile con le punte rivolte verso l’alto, lentamente e deliberatamente articolano attraverso il piede. Utilizzando la banda come resistenza, premete la palla del piede e poi le dita dei piedi dal corpo e nella banda. Quando si raggiunge una posizione completamente appuntita, tenere premuto per 5 secondi prima di invertire la direzione del piede. Per invertire, tirare indietro le dita e poi il metatarso finché il piede è completamente flesso. È possibile ripetere l’esercizio da 10 a 15 volte prima di lavorare sull’altro piede.

Misure estreme

Megan Richardson, un allenatore atletico certificato e specialista clinico presso il Centro di Harkness per le lesioni da ballo, avverte i ballerini sui pericoli inerenti alle tecniche estensive di stretching. Lei sottolinea che il sostegno dei piedi sotto un basso divano o un pianoforte, come alcuni danzatori fanno, pone un indebito sforzo sugli archi ossei del piede e può portare a lesioni. Secondo l’istruttore Dana Hanson, è anche saggio evitare i dispositivi meccanici progettati per allungare l’arco. Hanson conclude che tali apparecchiature prendono il controllo di distanza dal ballerino, impedendole di valutare adeguatamente quanta pressione sta applicando ai suoi archi. Hanson osserva che le tecniche di estensione estreme come queste possono portare a sovraccarichi, che possono sfruttare le cime dei piedi.