Melatonina e valeriana

Anche se la melatonina è un prodotto ormonale prodotto dal tuo corpo e il valeriano è una pianta simile a erbe, puoi assumere sia come integratore per il trattamento dell’insonnia. Melatonina e valeriana hanno anche altri potenziali usi medicinali. Consultare il proprio medico prima di assumere un supplemento per trattare qualsiasi problema di salute, in quanto entrambe le sostanze possono causare rischi per la salute e interazioni farmacologiche.

Benefici

Sia la melatonina che la valeriana hanno il potenziale per curare l’insonnia e il cluster o le emicranie di emicrania. Talvolta anche Valerian è raccomandato per curare l’ansia e lo stress. D’altra parte, la melatonina ha molti altri usi possibili. Puoi prendere la melatonina per aiutare a trattare la depressione, il jet lag, la degenerazione maculare e il glaucoma, le scottature, la demenza, il disturbo affettivo stagionale, la discinesia tardiva, l’epilessia, la fibromialgia e la sarcoidosi. Inoltre, la melatonina può alleviare gli effetti collaterali della chemioterapia e del ritiro di droga, nonché il supporto del cancro e dei trattamenti HIV o AIDS, rileva il Memorial Center di Sloan-Kettering Cancer. Nessuna prova clinica conclusive supporta l’uso di melatonina o valeriana per curare o prevenire efficacemente qualsiasi condizione di salute.

dosaggi

Una dose tipica di valeriana è da 2 a 3 grammi di erba secca o da 270 a 450 milligrammi di estratto liquido da una metà all’ora prima del sonno per l’insonnia, dice l’Università di Pittsburgh Medical Center. Per l’ansia, è possibile prendere valeriana due volte al giorno in un dosaggio più basso. Poiché il tuo corpo normalmente produce e rilascia la melatonina durante la notte, si dovrebbe anche prendere il supplemento prima di dormire. Il dosaggio suggerito è da 1 a 3 milligrammi di melatonina circa una o due ore prima di andare a letto, consiglia l’Università del Michigan Health System. Chieda al medico la dose di valeriana o melatonina che è giusta per te prima di assumere un supplemento.

funzioni

Valerian può lavorare in modo simile a farmaci simili a sedativi come Valium, suggerisce l’Università di Pittsburg Medical Center. Valerian sembra aumentare la concentrazione di acido gamma aminobutirrico, o GABA, nel cervello, che ha un effetto calmante, spiega l’Università di Maryland Medical Center. La melatonina ha funzioni più complicate, anche se relativamente poco viene conosciuto circa le azioni reali del melatonina nel corpo. Creato dalla ghiandola pineale del cervello, la melatonina sembra regolare il ciclo di sonno-sveglia e agisce come un potente antiossidante per combattere i radicali liberi. La melatonina sembra stimolare i linfociti nel sistema immunitario e inibire la crescita delle cellule tumorali, osserva il Memorial Center Sloan-Kettering Cancer. Le persone che hanno insonnia, lavorano di notte, hanno malattie cardiache o soffrono di depressione e schizofrenia sembrano tutti livelli di melatonina bassi.

Ricerca scientifica

La presa di melatonina può migliorare il sonno per gli anziani, secondo uno studio del 1996 pubblicato nel Journal of the American Geriatric Society. Un altro studio riportato nel Journal of Clinical Psychiatry nel 2000 ha scoperto che le persone con schizofrenia hanno sperimentato un sonno migliore dopo l’assunzione di integratori di melatonina, rileva l’Università del Michigan Health System. La melatonina inibisce la crescita delle cellule tumorali del seno e del melanoma nei topi, secondo gli studi in vitro pubblicati in Cancer Research nel 1997 e nella ricerca del melanoma nel 2001. La melatonina ha anche inibito le cellule tumorali dell’endometrio interferendo con i recettori degli estrogeni in uno studio del 2008 pubblicato nel Journal Della ricerca dell’ostetria e della ginecologia, afferma il Memorial Center di Cancer Sloan-Kettering. L’assunzione di 3 milligrammi di melatonina al giorno ha anche aiutato a prevenire le emicranie di emicrania in uno studio del 2004 riportato in Neurology. L’estratto Valeriano ha influenzato i livelli di GABA e ridotto l’ansia negli studi clinici riportati da Planta Medica nel 1989 e nel 1994. Studi sul potenziale di valeriana per il trattamento dell’insonnia Tuttavia, hanno prodotto risultati misti. Un trial clinico a doppio cieco nel 1996 ha rilevato che l’assunzione di 600 milligrammi di estratto di valeriana un’ora prima del letto ha aiutato a trattare l’insonnia, rileva l’Università di Pittsburgh Medical Center. Un altro studio riportato nella rivista europea di ricerca medica nel 2003 ha scoperto che la presa di valeriana prima del letto era altrettanto efficace come il convenzionale farmaco sedativo oxazepam. Ma una revisione del 2007 di studi sulla valeriana che è stata pubblicata in Sleep Medicine Reviews ha determinato che l’erba non è un trattamento efficace di insonnia.

La melatonina potrebbe causare sonnolenza, confusione o disorientamento, gocce non sicure nella temperatura corporea e crampi allo stomaco. L’assunzione di integratori di melatonina potrebbe diminuire gli importi degli spermatozoi negli uomini, aumentare il rischio di crisi epilettiche nei bambini con disturbi neurologici e di influenzare i livelli di glucosio nel gruppo di persone con diabete. La melatonina potrebbe anche interagire negativamente con farmaci come la nifedipina e la fluvoxamina, nonché i diluenti sanguigni come Coumadin o Plavix. Non sono stati riportati effetti collaterali gravi da prendere valeriano a dosi raccomandate, ma l’erba potenzialmente potrebbe aumentare gli effetti dei farmaci sedativi come le benzodiazepine.

pericoli